24 dicembre 2010

BUON NATALE

AUGURO A TUTTI UN FELICE NATALE

Personalmente passero' la sera del 24 lavorando e non vedo lora che giungano le 23 perche' potro' vedere Stefano.
Dovendo lavorare anche il 25 abbiamo deciso di andare alla messa di mezzanotte di questa sera e quindi verra' a prendermi a lavoro. Dopo la messa ci scambieremo i doni :)

Lui dovrebbe avermi regalato una scrivania (tavolo + piano rialzato) degli stessi colori della mia sala (rovere scuro e bianco) ma non ne sono sicuro perche' in questo periodo di Natale abbiamo visto tante cose e potrebbe magari aver optato per altro ma a me va bene qualsiasi cosa, per me e' lui il mio regalo di Natale e mi piacerebbe solo che con l'anno nuovo fosse solo piu affettuoso... so fatto cosi.. ho bisogno continuamente di sentirmi amato ma credo che sia normale in chi cerca costantemente un porto sicuro dove fermarsi.

Io gli ho regalato una chiavetta USB da 16GB, che sta gia usando visto che gli serviva, + altre 3 cosette che so che voleva ma che ovviamente qui non scrivo visto che non si sa mai venga a leggere :)
Ci sarebbe poi un quarto regalino che ha piu un valore simbolico e che ovviamente gli daro' insieme al resto questa stasera.

Ancora tanti auguri di BUON NATALE a tutti :)

21 dicembre 2010

A Natale Tutti piu Buoni? ma anche no!

La mia settimana lavorativa va da martedi' a sabato incluso... detto cio' questo mese, che come ben sapete e' carico di festivita', e' andato strutturandosi nella seguente maniera:

- il giorno di Sant' Ambrogio (qui a Milano e' festivo essendo il patrono della citta') ho lavorato
- il giorno dell'immacolata ho lavorato
- domenica 11 ho lavorato (ho riposato solo lunedi' 13)
- domenica 19 ho lavorato (ho riposato solo lunedi' 20)
- sabato 25 anziche' lavorare dalle 7 alle 15 lavorero' dalle 7 alle 19
NOTA: il 24 essendo sabato lavorero' come sempre dalle 15 alle 23 quindi non festeggero ne vigilia e ne natale.

Si puo dunque dire che TUTTE le festivita' me le sono fatte (e me le faro') a lavoro senza poter vedere nessuno, moroso o familiari che siano....

Voi mi direte che pero' io non ho menzionato l'ultima settimana del mese e avete ragione. Se non l'ho fatto era perche ci sarei arrivato ora a parlarne :D

Proprio per sopperire alla totale mancanza di festeggiamenti, scambi di auguri, e abbracci familiari, a ottobre a turni stesi e messi alla conoscenza di tutti ho preso alcuni giorni di permesso ossia dal 26 al 31 con obbligo tassativo di tornare a lavorare l'1 pomeriggio alle 15...

Oggi mi son sentito dire dal mio direttore che gli ho rovinato i programmi e che questa cosa del 26 non dovevo fargliela... infatti per lui io avrei dovuto lavorare anche il 26 perche' lui aveva preso altri impegni... ora io non vorrei essere acido e cattivo ma questi turni e i vari permessi son stati fatti i primi di OTTOBRE il che significa quasi BEN TRE MESI FA....
Oltretutto mi ha detto che l'1 devo essere a lavoro per le 14,30 massimo 14,40 (io inizio come ben sapete alle 15,00); ho replicato che faro' il possibile ma che non so se ci riusciro' considerando che l'1 gennaio e' festivo e i mezzi hanno orari ridotti e per giunta con la frequenza per l'appunto festiva...
Mi son sentito rispondere di prendere piuttosto qualche mezzo di trasporto ancora prima, anche a costa di arrivare un ora prima, perche' lui deve andare alla prima messa dell'anno alle ore 15 altrimenti gli tocca andare a quella delle 18 rovinandogli la serata... come se non bastasse continuava a dire che gli avevo rovinato i programmi alche' ho "sbottato" educatamente dicendogli:

IO: ti ho rovinato i programmi? non vorrei dirlo ma io cosa devo dire che la vigilia lavoro e il giorno dopo che e' Natale mi sparo 12 ore? senza contare che ho lavorato tutti i sabati e le domeniche mentre tu invece eri a casa.
LUI: non puoi farmi un paragone del genere. Tu ti sei preso una settimana quindi non puoi assolutamente fare confronti.
IO: ho si preso 6 giorni ma con chi mi scambiero' gli auguri di Natale o con chi festeggiero la vigilia? e con chi ho passato l'immacolata o sant'ambrogio? con i miei familiari forse? no e allora come fai a dire che non posso fare paragoni?

Lui comincia a farfugliare qualcosa ma arriva una telefonata al centralino e taglio corto dicendo che non volevo entrare in polemica o discutere e rispondo alla chiamata mentre lui va a cambiarsi per andarsene.

Poco dopo ritorna e mi dice che a questo punto se non sono sicuro di arrivare per le 14,30 preferisce non rischiare ed e' meglio che l'1 non vengo proprio e a dire il vero io non me lo farei nemmeno ripetere 2 volte ma lo interrompo dicendogli che non c'e nessun altro che puo venire al mio posto considerando che uno degli altri ragazzi e' in ferie; lui risponde che un modo cerchera' di trovarlo ma non ha ancora capito che l'altro "ragazzo" (quello che attualmente non e' in ferie oltre che suo prdeiletto) poiche' come me si e' sparato tutti i periodi festivi a lavoro ha gia detto che 31 e 1 non ci sara'.
La cosa ridicola e' che la situazione dei turni e' risaputa come ho detto a inizio post dal mese di OTTOBRE e quindi che CAZZO vuole STO VECCHIO DEL CAZZO!!!!!!!!!! non puoi venirmi a dire ORA non ci avevo fatto caso!

Poverino deve andare a messa lui, deve confessare i suoi peccati lui, povero dolce devoto.... e' tanto cristiano che l'altro giorno a causa della neve e dei ritardi accumulati dai treni sono arrivato alle 15,10 e quando l'ho preventivamente avvisato via telefono ho saputo che una volta riappesa la cornetta mi ha detto le seguenti parole urlando:
"Vaffanculo! Bastardo! figlio di put***a, ti devono rompere il culo", etc etc...

Che me le dicesse un po ste cose in faccia sto rimbabito! l'ultima volta che abbiamo discusso quando mi ha detto che di me potevano ( ? ) farne a meno e gli ho detto che per me non era un problema andarmene si e' cagato in mano tanto da chiamarmi la sera chiedendomi se me ne andavo davvero.

So che a Natale bisognerebbe essere tutti piu buoni (anche se bisognerebbe esserlo generalmente tutto l'anno) ma non posso fare a meno di dire: Ma che si impiccasse sto stronzo!

13 dicembre 2010

Once Upon a Time

C'era una volta...
...e non ci sara' mai piu.

Io e la mia mamma (35 anni lei, 7 anni io)

10 dicembre 2010

Francesco Sansone - Io: nella Gioia e nel Dolore

Come quasi tutti i giorni infrasettimanali, anche oggi sono andato a pranzo a casa dei miei genitori.
Sono rimasto piacevolmente contento di sapere che proprio quella mattina il postino gli aveva recapitato un pacchetto per me (uso l'indirizzo dei miei quando devo farmi spedire qualcosa).

Sapevo gia cosa contenesse il pacchetto.... Il libro con il quale FrAnCeScO ha debuttato nel mondo dell'editoria :)

Dopo aver pranzato ho aperto il pacchetto e ho cominciato subito a leggere le prime pagine di quelle 242 che sapevo mi avrebbero catturato e infatti cosi e' stato e le parole han cominciato di volta in volta a farsi strada sotto i miei occhi.
Inutile dire che ho proseguito la lettura anche in treno mentre mi recavo a lavoro e neppure a Lavoro sono riuscito piu di tanto a distogliere l'attenzione da questo libro, riuscendo a proseguire la lettura tra un momento di tranquillita' e l'altro, tanto che in mezza giornata ho letto praticamente meta' o qualcosina di piu'.

Ovviamente in questo libro si parla di tante cose, da momenti molto delicati in casa e a scuola, alla accettazione di se stessi e alle prime esperienze nonche' avventure... avventure che ovviamente strizzano l'occhio ad aneddoti a sfondo erotico che lasciano poco all'immaginazione in quanto raccontati senza inibizioni e pudori e che possono far magari arrossire alcuni lettori/lettrici per il loro linguaggio diretto ed esplicito ma a cui non bisogna mai dimenticare l'intero contesto narrattivo.

Al momento sono arrivato alla fine della Parte Seconda (Confessioni e Cambiamenti) e per non bruciare troppo velocemente il resto del libro ho deciso di riprendere la lettura domani in modo da gustarmi maggiormennte la parte finale (Nuove Strade e Vecchi Incontri).

09 dicembre 2010

Pensieri in Versi 3

Fiocchi di neve scendono dal cielo,
con il loro candore avvolgono la realta'.
Suoni ovattati spezzati dal traffico.
Nella mia testa risuonano ricordi ed echi lontani.

Vorrei tu fossi parte del mio avvenire.
Vorrei tu mi amassi quanto ti amo io.
Vorrei sentirti dire quelle magiche parole.
Vorrei l'impossibile.

I miei sentimenti sbattano contro un muro.
Ho provato e riprovato,
mi sono impegnato e ci ho creduto.
Ho solo fallito.

Apparentemente nulla e' cambiato,
come un fiocco di neve danzo attorno a te.
Su di te mi infrango trasformandomi in acqua.
Una lacrima forse, di amore o di rabbia.

Tu guardi lontano,
cerchi un nuovo amore,
una nuova emozione,
una nuova eccitazione .

La neve continua a cadere,
ricopre ogni cosa,
ricopre il mio cuore,
gela il mio amore.

08 dicembre 2010

04 dicembre 2010

Pensieri in Versi 2

In inverno l'aria e' cosi fredda e penetrante
che quasi sembra volerti scavare dentro.
E allora che fai?
Stringi il cappotto, ti calchi per bene il cappello
e speri di mitigare quella sensazione di freddo, di abbandono.

Poi, improvvisamente,
non appena ti avvicini a casa,
comincia a farsi strada una sensazione di calore
che ti esplode violenta nel petto non appena vedi lui

Lui cosi' goffo e pigro nelle manifestazioni di affetto
Lui che mai e poi mai pronuncerebbe parole amorose
Lui che come un bambino capriccioso vuole tutto e da poco

Eppure lui e' il tuo sole,
quel raggio luminoso che ti illumina gli occhi,
che ti riscalda il cuore e che ti fa esclamare:
Amore, sono a casa.

03 dicembre 2010

Bianco Natale

Questo per me sara' il primo natale nella mia nuova casetta :)
e quindi potevo risparmiarmi dal comprare un bel alberello? certamente no! ehehe cosi' settimana scorsa insieme a Stefano ho comprato un bellissimo albero di 2 metri e 10cm di taglia slim (ossia slanciato e non ciccione)e dall'aspetto molto verosimile.

L'albero ancora e' da fare perche' come vuole la tradizione si prepara tutto il giorno dell'immacolata (8 dicembre).

I colori del mio Natale quest'anno saranno bianco e blu e cosi questa mattina sono andato a comprare le decorazioni. Le ghirlande saranno bianche con foglioline argentate, le palline saranno TUTTE rigorosamente di vetro color bianco perla con sfumature e disegni pieni di brillantini e color bianco metallico cosi' come anche il puntale. Le Lucette invece saranno piccole e tutte di un bel BLU carico :)
Ho scelto questi colori perche le pareti della sala sono bianche e azzurre e il mobilio e' rovere scuro e bianco sicche mettere troppi colori sarebbe stato un pugno in un occhio.

Ecco alcune foto riguardanti le decorazioni (come al solito basta un clic sopra la foto per vederla in grande anche se non sono nitide al 100% visto che le ho scattate con il cell):




30 novembre 2010

Swan Lake di Matthew Bourne (Recensione)

Come avevo scritto giorni fa, questo sabato (27/11/2010) sono andato a vedere il Lago dei Cigni di Matthew Bourne. La peculiarita di questo balletto e' rappresentata dalla rivisitazione in chiave moderna della storia e dal corpo di ballo; tutti i cigni infatti sono ballerini maschi anziche' le classiche ballerine in tutu'.

In questa rappresentazione infatti, la figura fragile e impaurita dei cigni del balletto classico viene sostituita da una figura forte, alle volte violenta e selvaggia e pertanto in linea con la loro trasfigurazione in ballerini maschi la cui energia e potenza soprattuto nei movimenti e apertura delle braccia tutto fa pensare tranne che alla paura e alla fragilita' mantenendo tuttavia inalterata l'eleganza dei movimenti.

Quelli che vi posto di seguito sono due video che ho caricato sul mio canale youtube. In questi due video potete ammirare l'incontro del principe con il cigno e la scena finale dell'opera.
Questo balletto tra le altre cose era la prima volta che giungeva in Italia e sono stato proprio contento di non essermelo perso :)





E D I T del 1 Dic 2010
Di seguito riporto l'intera trama suddivisa nei vari atti dello spettacolo

Atto Primo
Scena prima – La stanza del principe
Il Principe bambino dorme profondamente nel suo letto, ma l’immagine di un cigno minaccioso sconvolge il suo sonno.
La Regina, sua madre, una donna fredda, cinica ed incapace di comprendere il figlio, non riesce a dargli il conforto di cui avrebbe bisogno. Nonostante questo, il Principe è alla continua vana ricerca di un modo per compiacerla, dedicandosi ad esempio suo malgrado all’apprendimento dei doveri di un Erede al Trono. Ma questo è un ruolo al quale il Principe si rivela inadeguato in diverse occasioni pubbliche, provocando grande imbarazzo nella severa madre e nel suo éntourage.
Accanto a lui, sin da bambino, la sinistra figura del Segretario Privato.

Scena seconda e terza – Nel palazzo
Nonostante gli anni passino, il Principe non riesce ad adattarsi alle convenzioni del ruolo, risultando impacciato e dipendente dalla madre in ogni occasione pubblica.
La Regina nel frattempo non perde occasione per cedere alle lusinghe di giovani uomini. Ed è così che, in un momento di distrazione della madre, il Principe incontra una misteriosa giovane, che in segreto accordo con il Segretario Privato, lo corteggia. E’ così che il ragazzo, invaghito, la presenta alla madre contrariata.
In seguito alle insistenze del Principe, la Regina, in compagnia di un giovane militare, acconsente ad andare ad uno spettacolo di balletto insieme al figlio e alla sua giovane compagna.

Scena quarta – Un teatro d’opera
In teatro viene rappresentato un balletto della tradizione romantica. Bourne mette in scena una vera e propria parodia, con tanto di prima ballerina vestita di un lungo tutù bianco con ali e il protagonista maschile in bilico tra il desiderio di catturare la giovane e il sentimento d’amore che nutre per lei. Non manca il personaggio negativo, un mostro malefico che viene ucciso dai protagonisti. Segue immediatamente la morte misteriosa ed ineluttabile della protagonista davanti agli occhi dell’uomo disperato ed impotente.
Nel corso della rappresentazione la fidanzata del Principe mette in serio imbarazzo l’intero Palco Reale con atteggiamenti poco convenienti. Irritata dai rimproveri, la giovane se ne va attraversando il palco mentre la protagonista, agonizzante, muore tra le braccia dell’amato.

Scena quinta – Gli appartamenti del Principe
E’ uno dei quadri più struggenti del balletto, in cui Bourne tratteggia con grande precisione il complesso profilo psicologico del Principe e della madre, nonché le dinamiche del loro difficile rapporto.
Di ritorno dal ballo, il Principe cerca sollievo nell’alcool, infine cade sulle ginocchia in preda allo sconforto. E’ in questo momento che la madre entra e, spinta da un inconsueto sentimento di pietà e amore materno, posa la mano sulla spalla del figlio, ma subito la ritrae, invitando il figlio a non avvicinarsi troppo.
Il Principe si illude di poter avere finalmente dalla madre un momento di autentico amore, ma viene violentemente allontanato. Ne nasce uno scontro quasi fisico: il figlio abbraccia disperatamente la madre, cercando di trattenerla; la madre, quasi terrorizzata dal comportamento del figlio, se ne allontana. Prima di lasciarlo, ciò che sa fare è metterlo davanti alla sua immagine riflessa nello specchio, ricordandogli quale sia il suo ruolo. Ma è proprio questo ciò che più sconforta il giovane.
Nascosto nella penombra, il Segretario Privato osserva soddisfatto la scena tramando qualcosa.

Scena sesta - Un club privato di Soho
Il Principe cerca di scordare la sofferenza in un locale notturno che offre numerosi svaghi ludici.
Anche il Segretario Privato è presente, sebbene camuffato, e riesce a mettere in atto il suo piano per screditare il Principe il quale, sferrato un pungo ad un giovanotto, viene buttato fuori dal locale. Ad immortalare la scena, numerosi fotografi opportunamente informati.
Nascosto dall’ombra della notte, il Principe assiste alla consegna da parte del Segretario dei soldi pattuiti con la sua fidanzata, anch’essa coinvolta nel complotto.
Il Principe si trova nuovamente faccia a faccia con la sua profonda solitudine e prende coscienza di non avere il minimo controllo della propria vita. Riaffiora così nella sua mente l’immagine del sogno che sconvolgeva i suoi sogni di bambino: il Cigno.

Atto Secondo 
Un parco a St. James
Sconsolato il Principe si dirige verso un lago. Quando l’unica soluzione sembra essere quella più disperata, di fronte a lui appare improvvisamente il Cigno, bellissimo, forte e misterioso. Il Principe ne è travolto.
Appaiono anche gli altri cigni, eleganti, sensuali, distanti. Il Principe vorrebbe seguirli, ma questi, minacciosi, non appena il Cigno, il loro leader, si allontana, cercano di attaccarlo. Ma improvvisamente il Cigno riappare per salvarlo. E’ in questo momento che i loro sguardi si incontrano: quello enigmatico e sensuale del Cigno e quello spaurito e disarmato del Principe.
I passi a due che seguono rivelano la scoperta da parte del Principe di qualcuno cui affidarsi e di cui fidarsi, qualcuno nelle braccia del quale trovare conforto e protezione. Emblematica in tal senso l’immagine del Principe che, abbracciando il Cigno, si stringe a lui in posizione fetale, nascondendo il viso contro il suo petto. Il Principe ha finalmente trovato la parte mancante di sé, quella forte, indipendente, selvaggia. Non a caso i passi a due sono spesso coreografie eseguite fianco a fianco sincronicamente.
I cigni d’un tratto se ne vanno e il Principe resta solo, davanti al lago, con un nuovo sentimento che gli infonde speranza e coraggio.

Atto terzo
Il Ballo Reale
E’ la sera del Ballo Reale. Numerosi sono gli ospiti che arrivano a Palazzo, attesi da numerosi fotografi.
Al ballo sono presenti molte nobildonne e non, invitate per incontrare il Principe, il quale però vive con imbarazzo ed impaccio l'evento, cercando di sfuggire in particolare ai tentativi di riconquista della bionda amica.
D’improvviso compare un giovane dall’aspetto misterioso, vestito di nero. Il suo ingresso non passa inosservato, in particolare al Principe che vede in cui le note sembianze del Cigno. L’uomo misterioso, dopo aver abbracciato il padre, il Segretario Privato, si avvicina alla Regina che riesce a conquistare immediatamente, salutandola con un gesto oltraggiosamente sensuale! L’uomo inizia dunque un ballo audace con le donne ospiti al ballo. Ma la donna alla quale il giovane misterioso è interessato sembra essere solo ed esclusivamente la Regina. Così, sotto lo sguardo esterrefatto del Principe, e quello soddisfatto del Segretario Privato, continua il suo corteggiamento.
Con l'invito alle danze della fidanzata del Principe da parte del misterioso uomo, inizia tra i due, accompagnati da diverse partners, una danza che si trasforma ben presto in una sfida di sguardi. Quando la musica finisce, la Regina si avvicina al figlio del Segretario Privato che ricomincia così la sua danza di seduzione, contraccambiato dalla donna. Sgomento, il Principe cerca di intervenire, ma si trova lui stesso tra le braccia dell’uomo, o almeno immagina d’esserlo. Danzando con lui crede di ritrovare slanci e abbandoni del suo Cigno. Tuttavia ben presto qualcosa di strano e sinistro irrompe nel comportamento del misterioso uomo: anziché confortare il Principe, l’uomo si rivela crudele ed aggressivo.
Gli ospiti deridono il Principe mentre lui, disperato, cerca nuovamente di allontanare l’uomo dalla madre. E’ uno schiaffo di lei, ennesima manifestazione di sprezzo nei confronti del figlio, a scatenare in lui la follia. Ricompare infatti d'improvviso con una pistola in pugno. Nella colluttazione è la fidanzata del Principe a rimanere uccisa. Il Segretario Privato e il figlio ridono soddisfatti mentre il Principe viene trascinato via.

Atto quarto 
La stanza da letto del Principe – Apoteosi
Il Principe si trova nel suo letto. Nell’agonia vede entrare nella stanza un medico con le fattezze del Segretario Privato e, accanto a questi, la madre e numerose infermiere il cui volto freddo ed inespressivo, è uguale a quello di lei.
Una volta rimasto solo nella stanza, compaiono d’improvviso i cigni che presto, minacciosi, riempiono la stanza. Ed eccolo, il Cigno, pronto a proteggerlo ancora una volta e a portarlo con sé. Il Principe lo abbraccia teneramente. Ma questa volta i cigni non sono intenzionati ad accettare la presenza del Principe, né tanto meno l’abbandono del loro leader che attaccano sino ad ucciderlo.
Di fronte alla scomparsa del Cigno, cui assiste impotente, il Principe, straziato e senza più speranza, si lascia morire.
La madre lo troverà riverso sul letto privo di vita e per la prima volta nella sua vita, disperata, esprimerà amore verso il figlio.
Sullo sfondo l’immagine del Cigno, nel cui tenero abbraccio il Principe, tornato ragazzino, dorme serenamente.

26 novembre 2010

Friday's Comic Strip 13

Visto che nei cinema e' appena uscita la prima parte dell'ultimo capitolo della saga di Harry Potter ecco una Comic Strip sul maghetto occhialuto.

25 novembre 2010

CANDIES


Un bel respiro e poi un bel tuffo in quel mare di caramelle gommose e fruttate ^.^

21 novembre 2010

Pensieri in Versi reloaded

Causa problemi tecnici ripubblico il mio post del 19 novembre (Pensieri in Versi) che non permetteva di ricevere commenti e che non e' piu nel blog...


Guardami...
Guardami negli occhi e dimmi che mi ami...
Pensami...
Pensami anche quando siamo lontani...
Giurami...
Giurami che sono la persona che stavi aspettando...

Io sono qui...
eppure tu non mi guardi, non mi pensi e non vuoi giurare...

Anche ora siamo vicini,
stesi uno accanto all'altro nel silenzio della notte.
Sento il tuo respiro, sento il tuo cuore battere,
ma tu riesci a sentire i miei?

Guardami...
io sono qui... riesci a vedermi?

17 novembre 2010

F.A.Q.

oggi ho chiamato la ticketone alla loro sede legale qui a Milano e un impiegata alla mia domanda sull'addebito ingiusto a cui sono stato soggetto mi ha risposto sbrodolandomi la risposta di una loro FAQ:

L’obbligo normativo per l'acquisto di biglietti impone di avere la certezza della disponibilità dei fondi prima della esecuzione di una transazione sui sistemi di biglietteria. Questo induce ad eseguire una transazione autorizzativa che blocca l'intero importo dell'operazione di acquisto sul proprio plafond della carta di credito utilizzata per il pagamento. Se la transazione o le transazioni richieste non vengono comunque completata con successo, si manifesta una riduzione della possibilità di utilizzo della propria carta di credito attraverso una riduzione del plafond di spesa.
Questa riduzione di plafond, anche se correttamente cancellata (quindi non addebitata) da TicketOne, viene aggiornata realmente solo al termine del periodo di riferimento da parte dell'Istituto che ha emesso la carta di credito.
Quindi nel successivo resoconto sarà possibile verificare quanto effettivamente non è stato addebitato. Se si desidera ricevere un aggiornamento anticipato ed in tempo reale del proprio plafond, lo si può fare contattando direttamente l'Istituto che ha emesso la carta di credito e chiedere espressamente di aggiornare il proprio plafond.

Grazie al cazzo dico io ma io voglio i miei soldi indietro....
le ho chiesto se mi puo confermare che sia stato stornato l'ordine e lei mi conferma che durante la notte l'accredito e' stato stornato in automatico ma che io sul mio conto/carta ancora non lo vedo perche la banca ha i suoi tempi, tempi che loro non possono sapere, per alcune banche e' una settimana per altre un mese e cosi via.

morale della favola ho 146euro bloccati per 8-30giorni....

Cmq.. oggi sono anche andato ad un box office e ho comprato direttamente in loco i biglietti per swan lake e FORTUNATAMENTE sempre in platea bassae in settima fila!!!... ci ho anche risparmiato 6 euro.... 140 contro i 146 addebitati precedentemente sulla carta....

vabbuo... aspettiamo sti 8-30 giorni... ad ogni modo mi sono salvato tutte le schermate sia della banca sia di ticketone per una eventuale denuncia in caso di non riaccredito.

16 novembre 2010

NON HO PAROLE

Dire che sono INCAZZATO, GIU' DI MORALE, AMAREGGIATO, INDISPETTITO e' poco!!!!!!

Questa mattina dopo aver accreditato un po di soldini sulla mia carta di credito ricaricabile, una volta tornato a casa mi collego sul sito di TicketOne per prenotare 2 biglietti per l'opera teatrale Swan Lake (il lago dei cigni in versione maschile per la prima volta in italia dal 17 al 28 nov a Milano).


Tutto contento mi "aggiudico" 2 posti centrali in platea e in SETTIMA fila e mi appresto ad ultimare le ultime procedure che prevedono il pagamento dei biglietti. La transazione va a buon fine e mi arriva un sms di addebito sul cell ma nell'ultimo passaggio al momento dell'invio della email di conferma si verifica un errore.

Chiamo quelli della TicketOne per aver informazioni ma loro mi dicono che il mio ordine non e' andato a buon fine e quindi devo rifarne uno nuovo.

Chiamo l'assistenza della carta per sapere qualcosa in merito all'sms ricevuto e scopro che e' stato EFFETTIVAMENTE addebitato l'ammontare dei 2 biglietti piu la prevendita!!!

RICHIAMO quelli della TicketOne e loro mi dicono che non e' un vero addebito e che devo chiedere alla banca di stornarmeli.

RICHIAMO la banca e faccio presente la cosa e loro mi dicono che essendo una carta ricaricabile su circuito mastercard senza un vero conto corrente loro non possono fare nulla in quanto lo storno avviene in automatico dopo 8-20giorni dell'ordinazione una volta che dall'altra parte non ricevono l'ok per l'addebbito effettivo.

RICHIAMO a questo punto TicketOne per imporgli di fare qualcosa per darmi i 2 biglietti convalidando il mio ordine visto che esiste un preadebbito sulla carta ma nel mentre ero al telefono cade la linea...

La cosa ESILARANTE e' il motivo per cui e' caduta la linea:
FINE del CREDITO sul cell.... 

Ma la cosa ancor piu ALLUCINANTE e' che quella mattina avevo fatto una ricarica di 15 euro per cui mi domandavo COME C***O fosse POSSIBILE!!!
Ebbene, TicketOne si ciullava ad ogni minuto di conversazione 1,50 euro....

NON HO PAROLE....
Senza biglietti, senza soldi, senza credito telefonico

VAFFANCULO!!!! (scusate lo sfogo..)

14 novembre 2010

Abbraccio notturno

Nonostante di notte io abbia sempre dormito da solo per 27 anni senza problemi, mi accorgo oggi sempre di piu che dopo aver preso l'abitudine di dormire con qualcuno, nello specifico con Stefano, ho difficolta a dormire da solo.

Anche ieri infatti, cosi come tante altre volte, ho dormito poco e male; dopo aver visto un po di TV infatti alle 23,00 ero gia a letto ma continuavo a svegliarmi ad intervalli di mezzora/un ora... tanto che ho mandato un messaggio al mio Ste, che era dai suoi genitori, dicendogli quanto mi mancasse il non sentirlo fisicamente abbracciato a me.

Stasera tornera' a Milano, come d'abitudine, molto tardi e quindi anche stasera staro' da solo e dormiro' pessimamente! uff...

menomale che domani riparte la settimana e posso dormire con lui! mi sento solo quando stiamo distanti per 2/3 giorni o piu.

11 novembre 2010

A New Heading? Stay Tuned

Quando non si ha niente da dire e' meglio tacere.
Questa di norma dovrebbe essere una massina da seguire sempre anche se molto spesso invece parliamo a vanvera/sproposito.

Tutto cio per dire cosa?
niente... non mi sta accadendo nulla di particolare in questi giorni/settimane ed e' questo il motivo per cui sto scrivendo poco.

Pensavo a una nuova rubrica oltre a quella gia' esistente del venerdi relativa alle striscie di fumetti...
pensavo a qualcosa legato ai fiori, magari da tenere il martedi o il mercoledi...

...vedremo.

Intanto il freddo comincia a farsi sempre piu pungente... speriamo almeno che per il resto della settimana non piova piu!

10 novembre 2010

SALT

E' un po che non parlo di cinema ed eccomi quindi con l'ultimo film che ho visto recentemente ( lunedi 08 novembre)... SALT.


Il film in se mi e' piaciuto e a tratti mi ricordava The Bourne Identity... sara' per il dinamismo delle azioni, sara' per il fatto che in entrambi i film il protagonista e' un agente segreto, sara' che entrambi i film hanno un finale aperto (non a caso The Bourne Identity e' una trilogia tanto che non mi sorprenderebbe che anche per Salt venga realizato uno o piu seguiti).

E' tanto che non vedevo Angelina Jolie in un film (l'ultima pellicola in cui la vidi fu Changeling) e devo dire che l'ho vista un po sciupata, ok che gli anni passano per tutti tuttavia la trovo davvero troppo dimagrita, ricordo che ai tempi di Tomb Rider (2003-2004) era davvero bellissima, ora invece anche il viso si e' fatto ossuto e dallo sguardo infossato... un vero peccato.

Ci son rimasto male per un'unica scena... quella relativa al marito.... e qui mi fermo perche non voglio spoilerare niente a chi non ha ancora visto il film.

09 novembre 2010

Fumetti

Lunedi' mi e' arrivato uno scatolone dalla Star Comics e dentro vi erano tutti i numeri di Tsubasa RESERVoir CHRoNiCLE (28 piu 2 volumetti guida) ^_^

Era da tanto che non leggevo qualcosa di nuovo :)
intendiamoci leggo svariate cose ma era proprio l'essenza del fumetto che mi mancava... ogni tanto rileggo da capo le serie che ho gia concluso ma non e' la stessa cosa. Erano 4 anni ormai che ero a digiuno di fumetti nuovi e sono proprio contento di essermi deciso a comprare in blocco questo fumetto la cui pubblicazione qui in Italia si e' appena conclusa.

Quando leggo, il tempo scorre cosi velocemente che non mi accorgo piu di nulla. In questo momento la mia mente e' con i compagni di avventura di Shaoran e Sakura. I loro dubbi diventano i miei dubbi il loro dispiacere il mio e cosi via... Ci sono ancora tante cose da scoprire e tanti misteri da dipanare e che ogni tanto fanno capolino tra un capitolo e l'altro. Ieri ho lasciato i protagonisti nella Tokyo distrutta di X-1999 e non vedo l'ora di leggere il seguito.

Tramite le pagine finali degli ultimi volumetti che ho letto di Tsubasa RESERVoir CHRoNiCLE ho anche appreso che un altro manga che moltissimi anni fa avevo iniziato a leggere finalmente ha raggiunto la sua conclusione.
Nel 1999 infatti cominciai a seguire il fumetto 1 Pound Gospel di Rumiko Takahashi (Ranma 1/2, Maison Ikkoku, Lamu') ma dopo il terzo numero non se ne seppe piu nulla. A quanto pare finalmente e' uscito il quarto e conclusivo volumetto e tra le altre cose con una nuova riedizione dell'intera opera e per cui mi sa tanto che ricomprero' in toto anche questo :)
Se non altro per sapere come si concludono le vicende del pugile con problemi di dieta e della novizia che forse se ne e' innamorata sperando piu in una conclusione alla Maison Ikkoku che un finale in sospeso come Ranma 1/2 >.<

Ho anche appreso tramite alcune persone che sono state al Lucca Comics che verra ripubblicato l'intero fumetto di Sailor Moon in una versione di lusso, con una nuova e piu fedele traduzione dei testi oltre che senso di lettura originale.

05 novembre 2010

And the Winner is...


E cosi' il sondaggio e' giunto al termine...

Ecco i risultati delle preferenze:
01) Romeo & Giulietta 24 voti (16% delle preferenze)
02) Castore & Polluce 05 voti (3% delle preferenze)
03) Ciuffetta & Tronchetta 41 voti (27% delle preferenze)
04) Giorgia & Gina 05 voti (3% delle preferenze)
05) Trukula Bonbon & Amalia Delana 08 voti (5% delle preferenze)
06) Enya & Crystalia 48 voti (32% delle preferenze)
07) Ruby & Darby 02 voti (1% delle preferenze)
08) Are & Iro 02 voti (1% delle preferenze)
09) Luky & Laky 01 voti (0% delle preferenze)
10) Ciuffino & Stellina  02 voti (1% delle preferenze)
11) Biggs & Wedge  01 voti (0% delle preferenze)
12) Nega & Posi 11 voti (7% delle preferenze)

I primi giorni sembrava gia' che i giochi fossero fatti a favore dell'accoppiata Ciuffetta e Tronchetta ma alla fine incredibilmente Enya e Crystalia han rimontato stravolgendo negli ultimi giorni la classifica.
Nonostante Ciuffetta e Tronchetta abbiano cercato di recuperare il distacco nell'ultima giornata, e forse ci sarebbero riuscite visto che il sondaggio si e' concluso con 41 voti contro 48, alla fine han dovuto piegarsi a Enya e Crystalia.

Ancora mi chiedo come cosi tante persone abbiano votato :D
Si tratta di Brogli elettorali? Chissa'...
Io tifavo per Ciuffetta e Tronchetta e anche Stefano ma il popolo ha decretato diversamente e cosi da oggi le mie piante si chiameranno Enya (pianta A) e Crystalia (pianta B). :)

03 novembre 2010

New Look

Ricordate quel pseudo caschetto castano che sfoggiavo nel post precedente intento a fingermi un felino nella notte di Halloween? bene... a colpi di rasoiate questa mattina ha fatto capolino sul pavimento del barbiere...

Ecco il mio nuovo look...

Non se se stia meglio o peggio... c'e chi dice di si e chi dice che sto meglio con i capelli di lunghezza media...

In vero c'e da dire che con i miei capelli ho sempre avuto un rapporto conflittuale... non gli ho mai dato pace... presto o tardi cmq cadranno quindi fin tanto che posso sperimentare lo faccio

(solito clic sopra per vederla in grande)

02 novembre 2010

HALLOWEEN 2010

Nelle foto non si vede molto (le ho scattate con il cell...) ma tutto il viso ha delle sfumature gialle e grigie per simulare il colore del pelo di un felino :)

Solito clic per vederle in grande.



30 ottobre 2010

Tsubasa RESERVoir CHRoNiCLE

Non tutti sanno che sono un appassionato di fumetti giapponesi; i cosidetti MANGA.
Sarebbe piu corretto dire che ero un appassionato perche purtroppo a causa del poco tempo a disposizione ho smesso di collezionarli 4 anni fa.

Ci sono molti generi che mi piacciono, da quelli sportivi come Touch, H2, Hikari a quelli storici romanzati come La finestra di Orfeo, La Rosa Di Versailles per andare a quelli dai toni un po piu dark e apocalittici tipo X-1999, Tokyo Babylon, RG Veda o ancora quelli romantici come Marmalade Boy, Cuori di Menta, Lady Georgie, Chobits, Maison Ikkoku per proseguire con quelli comici tipo Ranma 1/2 e quelli che sono un mix tra azione+commedia+comicita come City Hunter o Cat's Eye e potrei proseguire all'infinito...

Leggendo l'altro giorno il blog di Mauro (Acclaimed Caterina) non ho potuto fare a meno di ricordare tanti bei momenti passati leggendo tutte queste opere e cosi mi sono deciso ad acquistare online un fumetto delle CLAMP di recente pubblicazione: Tsubasa Reservoir Chronicle.



Fin dall'inizio, quando scorsi alcune illustrazioni via web, ne fui attratto; inoltre trovavo interessante vedere i protagonisti di un opera precedente, Card Captor Sakura, in una chiave piu adulta :)
Oltre tutto, come ho avuto modo poi di apprendere via web, ci sono moltissimi crossover (ossia collegamenti ed intrecci con i personaggi di altre opere) un po come nell'universo creato da Leiji Matsumoto dove i personaggi di Galaxy Express 999, la regina dei Mille Anni, Capitan Harlok, Esmeralda etc etc si incrociano.

Poiche' la pubblicazione in Italia si e' conclusa da poco ho deciso di approfittarne e comprare l'intera serie in un unica volta per evitare la non reperibilita' dei primi numeri e arricchire cosi la mia collezione che e' a digiuno ormai da troppo tempo :)

28 ottobre 2010

Give Me a Name!

In un commento dell'altro giorno il buon ROCCIA mi chiedeva come avessi chiamato le mie piante...

Che dire... BELLA DOMANDA! non le ho ancora dato un nome! siccome potrebbero offendersi ho pensato: "e se chiedo ai miei amici blogger di trovare 2 bei nomi?" :D

Le piante in questione sono queste 2 (la pianta A e' l'ultima arrivata, mentre la pianta B ormai ha un mese):

27 ottobre 2010

Dolce Dormire

Lunedi' sono successe tante cose... cose normali, cose piacevoli e cose spiacevoli; prorpio a causa di queste ultime, quelle spiacevoli per l'appunto, ho dormito malissimo... anzi direi che non ho proprio dormito se non praticamente al sopraggiungere del mattino quando il mio fisico non ha piu retto e ha avuto un tracollo...

Stamattina non e' andata molto meglio visto che tra una cosa e l'altra mi sono addormentato alle 3,00; tuttavia posso dire di sentirmi un po piu riposato visto che, dopo essermi svegliato al suono della sveglia di Stefano ed averlo salutato, ho dormito fino a che non mi ha svegliato mio padre chiamandomi al cell alle 12,15 >_>

vorrei una vacanza.... ma nonuna vacanza come quella estiva... una vera e prorpia vacanza dove non faccio NIENTE ma prorpio NIENTE per almeno un intero mese.... solo dormire, mangiare e fare l'amore.... niente uscite, niente ore piccole, niente lavoro, NIENTE!

Tra le altre cose quest'anno mi salto tutte le feste natalizie... ma proprio tutte tutte.....
l'unico giorno in cui staro' a casa perche fatalita' vuole che cada in un giorno di riposo e' il 26....
Non potro passare il Natale ne con i miei ne con Stefano cosi come anche il capodanno e il primo dell'anno... Che tristezza...................
Avrei una chance di ottenere il 31 e l'1 ma bisogna vedere se il mio direttore accetta la mia proposta...... staremo a vedere

26 ottobre 2010

25 ottobre 2010

Acquisti

La cena di Sabato e' andata bene :)
Il menu' e' stato il seguente:

- aperitivo con arachidi salate e patatine
- antipasto a base di focaccia calda ripiena con prosciutto e formaggio e vassoio con affettati misti
- lasagne al forno (visto che la scorsa volta avevo preparato un risotto con funghi trifolati)
- tiramisu'

Dopo il dolce e il caffe ci siamo spostati in salotto dove abbiamo chiacchierato fino a tardi.

Nel complesso quindi direi una bella serata anche perche il mio Stellino si e' fermato a dormire da me :)

Domenica visto l'esserci alzati tardi, la pioggia e che tutti i negozi erano chiusi, non volendo restare a casa (io ci sarei rimasto benissimo), siamo andati a fare un giro al nuovo Ikea che hanno aperto vicino a dove abita Ste. Poiche' ho trovato dei complementi di arredo interessanti e che costavano veramente poco tipo 7-11 euro ecco che nella mia casetta hanno fatto capolino delle new entry :) piu esattamente ho comprato un poggiapiedi, un tavolino, una pianta, e 2 vasi di ceramica bianca senza foro sotto.

ecco un po di foto (solito clic sopra per vederle in grande)



23 ottobre 2010

La prima forma di vita vegetale

Ricordate che una ventina di giorni fa scrissi che avevo comprato una pianta da mettere nel mio appartamentino? ecco, finalmente ho avuto modo e tempo di fotografarla :)

Eccola qui nel suo splendore! E' la prima forma di vita vegetale ad aver varcato casa mia e per ora cresce sana e sempre piu folta e bella :)

Devo trovare pero' un bel vaso che stia bene in casa perche' quel vaso di plastica sta proprio male!

(Per vedere l'immagine in grande basta il solito clic sopra la foto)

21 ottobre 2010

7 Inconfessabili Segreti

Prendendo spunto dal post di Carlotta, Bimboverde e infine da quello di Pier ecco qui i miei 7 inconfessabili segreti! (l'ordine e' puramente casuale).


1) qualche volta ******* ho fatto qualche ****** non addebitando *********  qualche ********  anche se ovviamente le ho *********

2) ho una fantasia erotico sessuale ricorrente... farlo sfrenatamente in 3 con me che ricopro entrambi i ruoli.

3) quando le telefonate con Stefano cominciano a diventare troppo troppo lunghe e nel mentre oltretutto io sono impegnato a lavoro, non riuscendomi a concentrare su quello che sto facendo faccio "accidentalmente" cadere la linea... anche perche se gli chiedo di richiamare non mi ascolta...

4) per una questione di genetica (e non di stanchezza) a 25 anni mi son venute delle occhiaie nere che attenuo coprendole con un correttore (dio lo benedica) che metto per non sembrare quindi un "tossico".

5) anche se non sembra, sono facile all'adulazione.

6) a volte quando sono solo mi metto, involontariamente, a "piangere"... Per lo piu' mi diventano gli occhi languidi/umidi perche cerco sempre di soffocare le lacrime, specie se sono seduto in treno o in metropolitana... non c'e un motivo... puo' essere a causa di una canzone come il vedere una coppietta che si scambia tenere carezze o semplicemente perche mi metto a pensare troppo.

7) da ragazzino ho "violentato" un orso di peluche di quelli GRANDI (tipo un metro di altezza) morbidi e pelosi.


Questo post si autoditruggera tra 15 secondi :D

un giorno di riposo

Domani mi sono concesso un giorno di riposo....
...riposo dal lavoro in hotel ma non dai lavori di casa...


Sabato sera infatti ho organizzato una cena a casa mia e allora quale migliore occasione di pulire per benino la mia casetta? inoltre dovendo lavorare sabato mattina di certo non avrei il tempo di andare a fare la spesa e mettermi a cucinare il sabato stesso e cosi mi porto avanti domani :)

alla cena verra il mio amico Alex con la sua ragazza e forse un altro nostro amico. Avevo chiesto anche ad A. (si quel famoso A. di cui ho raccontato nella mia SkraM Story) se volesse venire visto che cmq siamo rimasti in buoni rapporti e aveva detto piu volte che voleva vedere la mia casetta ma alla fine ha declinato perche aveva gia un altro impegno con il suo nuovo tipo. Forse e' meglio cosi perche penso si sarebbe creato un certo imbarazzo tra me lui e Stefano ^^'

Idee per la cena ne ho tante ma sono ancora indeciso... ho il vizio di strafare in queste occasioni... anche perche mi piace cucinare e quando ho piu persone a tavola posso sfogarmi rispetto a quando son da solo o in 2

Come antipasto sicuramente una focaccia ripiena con del prosciutto e formaggio e dell'analconico con una base di succo di arancia per il resto ancora non so... diciamo che pensavo come sempre a un primo corposo e a un bel secondo ma forse basta solo un primo visto che non e' che sto mettendo all'ingrasso dei maiali :D

20 ottobre 2010

Via libera al Lodo Alfano

La commissione Affari costituzionali ha approvato con 15 voti a favore e 7 contrari l'emendamento del Pdl al lodo Alfano che sancisce la retroattività delle norme contenute nel provvedimento per i processi che riguardano il presidente del Consiglio ed il presidente della Repubblica. 

Questo cosa significa?
significa che i processi nei confronti del presidente della Repubblica o del presidente del Consiglio, anche relativi a fatti antecedenti l'assunzione della carica, possono essere sospesi con deliberazione parlamentare.

La cosa sconcertante e' che anche i cosidetti Finianii hanno votato a favore.... 
... io mi chiedo... ma la coerenza dove sta?


Abbiamo un presidente del consiglio che praticamente puo fare tutto quello che gli pare.... anche organizzare che so un omicidio... tanto non puo essere processato....

che dire... non passa giorno che non diventi sempre piu simile al duce...


19 ottobre 2010

Scontrosita'

mi rendo conto sempre piu' quanto io sia sempre molto cortese/gentile con gli altri ma spesso scontroso, nevrotico e maleducato (anche se sarebbe piu corretto dire ineducato) con padre e madre.


eppure non e' una cosa voluta... mi viene....

18 ottobre 2010

Un Passato Non Troppo Lontano


Settembre 2007...
- Poco prima che la mia mamma manifestasse chiaramente i segni dell'alzheimer
- Poco prima di innamorarmi per la prima volta
- Prima di conoscere la realta' gay
- Prima di fare coming out con me stesso in primis e successivamente con alcuni amici
- Prima di conoscere Stefano
...

Questa e' l'ultima foto di famiglia che abbiamo scattato (basta il solito clic sopra la foto per vederla in alta risoluzione).

Guardandola non posso fare a meno di pensare alle cose elencate sopra e ad altro ancora...

...un passato che mi sembra cosi lontano ma da cui in verita' son passati solo 3 anni...

16 ottobre 2010

I Love You Phillip Morris

L'altra sera, sempre insieme al mio Ste, abbiamo visto I Love You Phillip Morris.

Stefano ha cominciato a lagniarsi fin dai primi minuti perche' Jim Carrey non gli piace come attore, e devo dire che non e' nemmeno il mio preferito, tuttavia attore o non attore io guardo normalmente tutto il complesso.

Ebbene, e' una commedia "gradevole" ma non certo brillante, o per lo meno per me... in certi punti l'ho trovata noiosa e Jim Carrey secondo me avrebbe reso di piu se avesse recitato senza esagerare con le caricature facciali che potevano essere simpatiche quando aveva un viso piu giovane come ad inizio carriera con The Mask (unico film in cui mi e' piaciuto) ma ora sono un po ridicole...

Trovo che Jim Carrey come attore non sia molto maturato, fa sempre le stesse parti e recita sempre nel medesimo modo.... anche in quei pochi film dai toni drammatici che ha interpretato tende alla fine ad assumere una mimica facciale abbastanza finta.... OK, il suo genere e' quello comico o cmq la commedia ma penso che un attore dovrebbe essere un po piu versatile e cmq anche nel suo genere dovrebbe evolvere quanto meno un minimo invece lo trovo intrappolato sempre allo stesso stile recitativo...

Tanto di cappello invece a Ewan McGregor, l'ho trovato molto bravo nell'immedesimazione e al contrario di Carrey e' molto piu versatile basti pensare a quanti personaggi completamente diversi gli uni dagli altri ha dato il suo volto in diverse pellicole (Star Wars, Mulin Rouge, Black Hawk Down, The Island,  Angeli e Demoni,  L'uomo nell'ombra, etc etc. )

14 ottobre 2010

OTTIMISMO O PESSIMISMO? (TEST)

La tua percentuale di ottimismo è del 45%


Sei una persona equilibrata che possiede una visione della vita e del mondo in generale non troppo negativa ma nemmeno totalmente positiva. Ritieni che le cose possano essere controllate e migliorate attraverso uno sforzo consapevole e sei cosciente del fatto che difficilmente possano esserci miglioramenti dovuti al caso.


Per chi volesse fare il TEST cliccare Q U I

13 ottobre 2010

Benvenuti al Sud

Come ogni Lunedi sera, questo lunedi (11/10/2010) sono andato al cinema con Stefano (ormai e' la nostra serata dedicata ai film su grande schermo ^_^ ) e il film scelto e' stato Benvenuti al Sud.

Di solito sono sempre un po restio ad andare a vedere commedie italiane o cmq film comici italiani perche' normalmente non mi fanno ne ridere e ne sorridere; tuttavia questa volta mi son dovuto ricredere.

Il film infatti e' molto carino e divertente e Claudio Bisio ed Angela Finocchiaro sono strepitosi :)

Film quindi caldamente consigliato a tutti se volete passare una serata leggera e divertente senza scadere in banalita' e volgarita' tipiche del genere comico moderno all'italiana (vedi i vari cinepanettoni).

12 ottobre 2010

Mi dispiace

Tutti i nodi vengono al pettine prima o poi... cosi come anche le menzogne.

Ho scoperto tardi il mio essere gay e il provare amore verso una persona del mio stesso sesso ma a parte i familiari stretti e alcuni amici intimi non l'ho mai detto a nessun altro e il problema e' questo.
Sapevo che prima o poi cmq altre persone avrebbero saputo anche perche ho un blog pubblico ma mi spiace solo lo abbiamo appreso cosi.. non direttamente dalla mia voce ma cercando in rete.

Possono pensare che era perche non avessi fiducia in loro ma probabilmente come scrissi in un vecchio post la verita e' che sono un codardo. Sono stato sul punto di confidarmi piu volte ma alla fine mi son sempre tirato indietro. Mi dispiace...

Nal caso non riuscissi piu a risentire queste persone per spiegargli non posso fare altro che invitarle a leggere la mia storia QUI

Ora le parole sembrano inutili, voglio solo dirgli che non sono una cattiva persona e non sono nemmeno un bugiardo, nella vita a volte si fanno scelte sbagliate e io ho scelto forse una  di queste per evitare tante spiegazioni e tanto imbarazzo perche raccontarsi a persone che ti conoscono non e' mai cosi facile.


UPDATE del 13 Ott. 12.00
prendendo spunto dagli ultimi commenti a questo post vorrei chiarire alcune cose per non incorrere a giudizi sbagliati e facili.

Loro, che sono alcune delle le mie ex compagnie di liceo con le quali ero piu legato, sono rimaste male per via dei commenti ricevuti da estranei sentendosi giudicate per quello che non sono e per il fatto che io abbia velatemente fatto intendere che di loro non me ne fregasse niente visto che le vedovo una volta ogni tanto e su questo non posso che darle ragione.

Non sono arrabbiate perche non gli ho raccontato tutto quanto piu che altro per i toni, che ribadisco sopratutto a loro, sono stati fraintesi e che giuro non voleva essere un guarda come le faccio fesse.

Per tanto vorrei dire che non e' vero che loro non mi hanno capito o dovrebbero vergognarsi di fare le arrabbiate etc etc. come alcuni di voi hanno scritto, non se lo meritano.
Alla fine di base c'e una incomprensione, un fraintendimento di parole e toni a cui e' facile cadere quando non si e' sinceri e non si parla faccia a faccia ma si scrive nel web.

07 ottobre 2010

Corsi Accademici...

oggi ho passato il pomeriggio, oltre che lavorando ovviamente, vagliando alcune universita'/accademie con i relativi corsi...




Avessi 10 anni di meno per iscrivermi..... basterebbero anche 5/6 anni meno....
son troppo fuori corso come eta' e dovrei mollare il lavoro cercando qualcosa di precario, tipo con contratto a progetto, in modo da avere il tempo per frequentare le lezioni....

...ma sono solo sogni, un pomeriggio speso tra se, ma e forse....

Tra le 3 opzioni menzionate sopra quella che piu' mi attrae e' il NABA.... un ambiente totalmente moderno dove potrei frequentare il triennio di Pittura e arti visive... peccato i costi un po proibitivi visto che e' una accademia privata....
Si parla di una retta annua che va dai 6,000 euro fino ai 10,000 a seconda del reddito.

06 ottobre 2010

Stufa Umana

Ieri avrei dovuto riprendere il lavoro ma mi sentivo un po malaticcio e costipato e cosi son rimasto a casa riprendendo cosi' a lavorare oggi pomeriggio...

...e vorrei ben vedere dopo 3 giorni ininterrotti di freddo e pioggia; avevo, ed ho, cosi freddo che ho dormito con dei calzettoni di lana blu e bianchi...

...lo so che non c'e' bisogno di specificare il colore delle calze perche' e' un dettaglio di cui potete fare a meno cari i miei lettori, ma oggi sono in vena di particolari va bene? e se non vi va bene fa lo stesso!... fatevene una ragione! e non dite che sono isterico che c'e' gia' chi me lo dice abbastanza! DACCORDO?!

Ma torniamo al nocciolo del discorso.... ossia i calzettoni di lana blu e bianchi...
in queste notti fredde e grigie fa cosi freddo e son sempre infreddolito che ci vorrebbe  una stufa umana...  visto che non e' ancora tempo per l'accensione dei riscaldamenti nei condomini...
Inoltre tale stufa umana magari e' talmente bravo a fare il suo lavoro da sfilarmi i miei splendidi calzettoni di lana, che non so se ve l'ho detto ma sono blu e bianchi, visto che risulterebbero inutili data la calura sprigionata nel letto :O
Quest'uomo focoso poi sicuramente apprezzerebbe i miei bellissimi piedini oltre che il mio bellissimo corpicino of course *_*

Ma dove trovarne uno adatto? che so, ci vorrebbe uno come questo:


Lui SI che saprebbe scaldarti! e in tutti i sensi oserei dire *_*


Ok! BASTA! ho scritto un post totalmente inutile >_<
inoltre e' al quanto equivoca la parte finale :O

aMMore giuro che amo solo te *_* non pensare male!
e se mai tu dovessi trovare qualcosa di insolito nel mio letto, tipo l'asciugamanino rosa dell'uomo torcia, o visibili bruciature sulle lenzuola giuro che non ne so niente!

05 ottobre 2010

il coming out di Tiziano Ferro


LA REPUBBLICA
Ci ha messo anni, ma dopo tanti tormenti, dopo crisi esistenziali e dubbi di ogni genere, Tiziano Ferro ha deciso di pubblicare i suoi diari, quindici anni di appunti personali riuniti in un libro intitolato Trent’anni e una chiacchierata con papà (ed. Kowalski nelle librerie dal 20 ottobre) nel quale racconta tutta la sua vita, dalla bulimia alla difficoltà di accettare la sua omosessualità, dall’isolamento paranoico all’incapacità di amare dovuta alla non accettazione di se stesso per quello che era, con passaggi di una disarmante sincerità.

C’è tutto Tiziano Ferro in queste pagine, mettendo fine una volte per tutte alle voci ricorrenti sulla sua omosessualità, e più in generale al riserbo assoluto di cui si era circondato in questi anni. Il gesto sembra essere un atto fortemente liberatorio, nato, come racconta lui stesso, da una chiacchierata col padre, dalla decisione di iniziare un percorso terapeutico e progressivamente di allargare questa voglia di sincerità prima agli amici più intimi, e poi al pubblico. "Sono felice, è la mia libertà di poterlo dire".

A causa di questa negazione, racconta Ferro, ha vissuto anni molto difficili, malgrado il successo internazionale di cui ha goduto e malgrado la passione ancora oggi inalterata per il suo mestiere. Ora, sembra, gli si pone davanti una vita completamente nuova. Essere gay non è un crimine, e la sua rinascita parte da questa ovvia, ma a volte non scontata, considerazione


ANSA
"Mi voglio innamorare di un uomo": Tiziano Ferro in copertina di Vanity Fair di domani fa outing e racconta la conclusione di un percorso, dichiararsi per vivere meglio. "Un paio di anni fa ho iniziato un percorso di analisi. Da tempo non stavo bene, e avevo capito di dover riprendere in mano una serie di cose: dal forzato esilio lontano da amici e famiglia alla relazione col mio lavoro, al rapporto contrastato con l'omosessualità. Così, dopo due anni di duro lavoro su me stesso, sono arrivato a una conclusione: volevo vivere meglio", dice nella lunga intervista anticipata in parte oggi. Il 20 ottobre arrivano in libreria i suoi diari, diventati un libro che racconta la sua vita dai quindici ai trent'anni, in uscita il 20 ottobre per Kowalski.

"Il 20 novembre 1995 ho iniziato a scrivere un diario. Ho deciso che lo pubblicherò il 20 ottobre 2010" dice del suo primo libro, 'Tiziano Ferro trent'anni e una chiacchierata con papa" (pp 400, euro 16), il cantante al quale Vanity Fair dedica la copertina del numero in edicola domani e una lunga intervista.

Nel suo diario riflette anche sul successo: "Nessuno lo capirebbe mai, ma credo che se mi svegliassi e non avessi più il successo, la prima cosa che farei sarebbe approfittarne. Andare in centro, fare danni, guardare le persone in faccia nell'ora di punta, non evitare i posti affollati, preoccuparmi sempre e solo di quello che succede dentro, mai di quello che succede fuori" racconta Ferro che pubblica i suoi dischi in contemporanea in quarantaquattro paesi e canta in quattro lingue.

Nato a Latina il 21 febbraio 1980, Ferro a cinque anni riceve come regalo di Natale una tastiera sulla quale comincia a scrivere e comporre le sue prime canzoni, due delle quali saranno inserite nell'album 'Nessuno e' solò.

Durante l'adolescenza prende lezioni di chitarra, canto, pianoforte, batteria, entra nel Coro Gospel di Latina. A ottobre 2001 esce per la Emi il suo primo album 'Rosso relativo', lanciato dal singolo Xdono, che ottiene un successo pressoché immediato anche a livello internazionale. La corsa è inarrestabile: vince l'MTv Europe Music Awards come Miglior artista italiano nel 2004 e nel 2008 il quarto album 'Alla mia eta' è Disco di Diamante con 550.000 copie vendute solo in Italia.

Con i suoi quattro album, dal 2001 al 2008, vende complessivamente oltre 7 milioni di copie in tutto il mondo. Ha duettato e collaborato con artisti come Ivano Fossati, Laura Pausini, Kelly Rowland, Fiorella Mannoia, Franco Battiato, Jamelia, Mary J. Blige e Mina. Dopo diversi singoli e un tour trionfale, pubblica il dvd, Alla mia età - Live in Rome, registrato durante i concerti allo Stadio Olimpico il 24 e il 25 giugno 2009.

"Volevo vivere quella parte di me, smettere di considerarla un mostro, qualcosa di negativo, addirittura invalidante", racconta Tiziano Ferro a Vanity. I primi dubbi, spiega, risalgono alla sua adolescenza, quando aveva una fidanzata. Proprio a lei li confidò: "Le dissi che pensavo di essere attratto anche dai ragazzi. Mi rise teneramente in faccia, mi disse che non poteva essere vero. Poi arrivò il successo travolgente e Tiziano, incapace di 'chiarirmi con me stesso' sui suoi sentimenti, scelse di non viverli".

E aggiunge: "Non posso puntare il dito contro nessuno, solo contro me stesso, spiega, tuttora non so spiegarmi perché considerassi l'omosessualità una specie di 'malattia'... Non ho la presunzione di salvare nessuno, ma se il mio libro - nelle librerie da Kowalsky dal 20 ottobre - potesse aiutare qualcuno a evitare di perdere tutti gli anni che ho buttato via io, sarei felice". Le voci ricorrenti sulla sua omosessualità, spiega, "mi facevano una tale rabbia. Non perché non volessi passare per gay, ma perché la verità è che un fidanzato avrei voluto avercelo. E, invece, non avevo nessuno. Perché? Perché avrei dovuto vivere una doppia vita e io non ne sono capace. Mi dà fastidio quando si parla di accettazione dell'omosessualità. Io, semmai, sogno la condivisione. Una famiglia - dice - che accetti le mie scelte non mi basta, voglio che le viva insieme a me. E lo stesso vale per i miei amici. Ora che quella condivisione è diventata realtà, è pronto a vivere pienamente. Cerco l'amore, la parte della vita che mi è mancata finora... Per il momento sono solo, ma spero presto di non esserlo più".

04 ottobre 2010

GET REAL

Sabato dopo aver staccato da lavoro sono passato da Stefano e dopo un piccolo sonnellino di ristoro siamo usciti a vedere se trovavamo una bella pianta di quelle grandi, tipo albero, da mettere nel mio appartamento. Di trovarla l'avevamo trovata e il costo era anche abbordabile (49,00 euro) ma alla fine non l'ho comprata.

Una volta tornati a casa, ci siamo dati una rinfrescata e siamo usciti a mangiare una bella pizza seguita da una bella torta al cioccolato e fragole :)

Visto che Stefano l'indomani sarebbe andato dai suoi genitori, abbiamo deciso di vedere un film a casa mia e la scelta e' caduta su GET REAL


Il film e' piaciuto molto ad entrambi e il tipo di ragazzo rappresentato dall'attore protagonista del film rispecchia molto il genere di ragazzo che piace a Stefano ossia il tipo tenero e finto ingenuo; o meglio ingenuo per alcuni aspetti e finto ingenuo per altri.

Il Film parla di un ragazzo di nome Steven che fa i suoi primi approcci sessuali nei bagni pubblici di un parco e che cerca di far conciliare la vita scolastica, le aspirazioni dei genitori e le sue pulsioni. 
Quando un giorno nel solito bagno pubblico incontrera' John, un compagno di scuola all'ultmo anno, bello, atletico e ambitissimo, cominceranno per lui i primi veri patimenti d'amore.
John infatti e' molto attratto da Steven ma allo stesso tempo ne ha paura; per lui Steven oltre che l'amore che andava cercando rappresenta anche un pericolo, una minaccia alla sua immagine. Un articolo di Steven sul giornale della scuola, con il quale il ragazzo dichiarera' pubblicamente la propria omosessualita', porra' fine alla loro storia lasciando Steven libero di essere se stesso e John al suo mondo di menzogne.

03 ottobre 2010

AUTOCENSURA


Se Stefano avesse mai letto cosa io ho scritto in SkraM Story (vedere etichetta sotto la mia foto in homepage), capirebbe molto di me, cosi' come se leggesse altre cose che io quotidianamente e abitualmente scrivo; poiche' pero' a lui non piace che io mi esponga cosi tanto spiattellando tutti i fatti miei a volte anche troppo dettagliatamente, credo sia giunto il momento di AUTOCENSURARMI.

Perche l'autocensura?
Sono consapevole del fatto che spesso scrivo anche troppo di me e di chi mi sta accanto, nello specifico di Stefano, dando modo anche troppo facilmente di essere cosi esposti al pubblico ludibrio nonostante non ritenga di avere nulla da nascondere o di cui vergognarmi, ma proprio perche' Stefano e' raro che si metta a leggere il mio blog anche sotto mio invito, mi urta particolarmente che altre persone, anche se in "buonafede", gli riferiscano, o leggano, cose che io ho scritto magari mal interpretandole dando modo a lui di capire male cio che in realta' io voglio comunicare.