15 febbraio 2009

Epilogo di San Valentino

venerdi sono andato come gia avevo preannunciato a teatro a vedere Notre Dame de Paris (a cui prometto faro una "recensione" nei prossimi giorni).

Bhe... che dire lo spettaccolo e' stato bellissimo... sono stati tutti molto bravi, i ballerini erano fenomenali e dai corpi statuari e i cantanti-attori avevano delle voci con una notevole estensione e fermezza vocale da restare incantanti ad ascoltarli.

Lo spettacolo e' durato circa 2 ore al termine del quale io e Stefano abbiamo fatto ritorno a casa.
Poco prima di andare a letto io gli ho augurato Buon san Valentino visto che era ormai passata da poco la mezzanotte e lui ha cominciato a fare lo scemo dicendomi cose del tipo "perche festeggiamo qualcosa?" e ancora "noi due fidanzati? e da quando?" per proseguire con "non te lo avevo detto che stavo con un altro inverità" etc etc.... quando fa cosi gli tirerei una testata :D

Alla fine prendo la scatolina Blu dove avevo riposto l'anello e Stefano nel vederla esclama "Oh mio Dio... che cosa hai fatto.." e si e' coperto con il lenzuolo.... io lo strattono e gli dico di non fare lo sciocco e lui allora si copre la faccia con il cuscino dicendo "non voglio vedere"... alla fine dopo un po che e' andato avanti con sta pantomima gli dico di fare il serio e gli do la scatolina lui la prende la poggia sul comodino senza aprirla, si ricopre con le coperte e dice "bene, buonanotte".... io rimango un po cosi e gli chiedo se puo gentilmente aprirla.... alla fine dopo un po di esitazioni la apre e comincia a dirmi perche avevo fatto una cosa del genere.... e poi attacca con le solite battute.... alche' io mi raggomitolo vicino a lui abbracciandolo e gli dico che quell'anello e' una cosa che ho voluto fare perche' e' la prima volta che festeggiavo con qualcuno San Valentino, oltre che un anno di relazione, e che gli volevo molto bene.

A questo punto lui mi dice "bene, allora posso fonderlo?" io gli dico ovviamente no, allora lui ribatte con "venderlo?" e io ovviamente rispondo con un "non se ne parla nemmeno" aggiungendo poi che l'anello era un dono per lui e che non importa se non lo indossa, basta che lo tenga con cura in modo che anche quando un domani io non ci saro' piu (mica perche muoio ne? ehehe) sarebbe cmq un bel ricordo.

alla fine si mette a guardarlo e "senza pieta" mi dice:
"che brutti gusti che hai pero' "
"qualcosa di piu giovanile tutto sfaccettato o a lisca di pesce non c'era?"
"spero tu non abbia speso troppo"
"non e' nemmeno tanto grosso... e' un po leggerino"

io lo fanculizzo e mi giro dall'altra parte sotto le coperte e allora lui mi dice:
"dai che scherzo..."
"grazie... ma non dovevi"
"non ti ho propio insegnato niente?... sei ancora un po scemino, non devi essere cosi dolce specie nel mondo gay"

a quest'ultima frase gli ho replicato dicendogli che non mi importa nulla del mondo gay in quanto io ho gia chi voglio...
lui ovviamente sempre per stuzzicarmi mi dice "allora prendo il regalo e ti mollo" -__-'

poi si prova l'anello e mi dice che cerchera' di metterlo qualche volta ma che ha l'ansia nel mettere queste cose perche ha paura di perderle o che (nel caso degli anelli) non riesca piu a sfilarseli, tanto e' vero che anche se l'anello e' giusto mi ha chiesto se posso farglielo allargare un pelo.

A questo punto comincia a stringermi e mi chiede: "il regalo del compleanno lo vuoi ora?"

e cosi me lo da (il regalo ovviamente.. che avevate capito :D )
ovviamente sapevo gia cosa fosse ma non importa ^^

mi ha regalato il cellulare nuovo, il Samsung SGH D900i (che e' identico a quello che gli ho regalato io a natale ^^ )

le caratteristiche sono le seguenti:
Quad-band, Design Scorrevole, Vivavoce, Vibrazione, Batteria Litio, Display 240 x 320 pixel 262144 colori tft, Antenna Interna, Mms, Email, T9, Sms, Connessioni internet Gprs, Bluetooth, Presa USB, Wap, Fotocamera 3.2 megapixel, Zoom digitale, Foto, Video, Flash, Suonerie Polifoniche, Giochi, Lettore Mp3, Radio, Memoria ram 60mb, Espansione memoria Microsd SD.


per concludere, sabato non e' piu andato dai suoi a Camogli; al mattino quando io sono uscito di casa verso le 6 e' rimasto sull'uscio a guardarmi e mi ha detto "grazie per il regalo" e mi ha baciato, poi ci siamo rivisti alle 15 quando ho staccato da lavoro e siamo riamsti insieme fino la sera.

so che hai piu sto resoconto potra sembrare palloso e ammetto che effettivamente uno potrebbe dire chi se ne frega pero volevo scriverlo e lo scritto ehehe

prometto che per un po non vi ammorbero piu con il mio rapporto con Ste ma parlero di altre cose come avevo cominciato a fare quando ho creato il blog!

5 commenti:

MirkoS ha detto...

Invece è un bel post, molto dolce in cui traspare tutta la tua felicità e l'amore per il tuo ragazzo.

Peccato per quelle "caratteristiche" del telefonino, hanno un pò rovinato l'atmosfera del post :)

Il tuo ragazzo devo dirti che è un pò bastardello :D

Poto ha detto...

Ti prego, continua anche tu con la tua personalissima "Beautiful".

Santo Cielo: sono uguali.
Solo che tu & lui siete fidanzati.
Io sono "solo" il suo amante.
Ma sono IDENTICI.
Santa misericordia... magari è la stessa persona.

Dai, alla fine ha apprezzato.. fra le cazzate dette ma ha apprezzato!! E stai sicuro che quando sei uscito di casa avrà passato buona parte della mattinata a indossare l'anello e riguardarselo da tutte le angolazioni.

Fortunato & fortunati.
Ad esservi trovati!

Antonio ha detto...

Si si... continua... già c'è "Cento vetrine" di Poto.... e non miperdo una puntata.... bel post.... e anche se in ritardo buon san Valentino.
Io sto con Benia da 5 anni... cinque meravigliosi anni... quest'anno l'abbiamo passato a casa, insieme, una cenetta e un film.... NELLE TUE MANI... a me piace molto quel film.... se ti va guardalo con il tuo boy... lento ma intimo.

Asa_Ashel ha detto...

Non riesco a fare a meno di pensare che dietro le ritrosie del tuo ragazzo ci siano probabilmente esperienze negative che condizionano il suo comportamento attuale. Sono sicuro che anche tu lo sai e anche se lui non segue la "forma del rito" come vorresti a suo modo lo fa.
Quelle continue battutine sceme, quel negarsi mai fino in fondo convincente, sono lo specchio di una persona che teme l'abbandono e che per premunirsi da questo si ritrae per primo. E' vero, ogni tanto sentirsi dire le cose e non soltanto sentirle dentro fa piacere, ma hai potuto contare comunque su un regalo che non a tutti è concesso. Una giornata passata assieme a lui facendo cose che vi piacciono, condividendo momenti solo vostri e poi, non meno importante, essere insieme durante il sonno, abbandonati uno all'altro. Ti svegli e lui è lì accanto. Ok, se manca l'amore tutto questo non ti entusiasmerà, ma non mi sembra il vostro caso.

Gan ha detto...

Quoto tutto quanto scritto da Asa_Ashel, comprese le virgole. Credo proprio che questi attegiamenti siano una forma di difesa. Però a suo modo si è dimostrato più dolce di quanto immaginassi.