22 ottobre 2009

Differenze

Si sa che non siamo tutti uguali e specialmente quando si e' in coppia emergono le differenze.

Ho notato, sia tra amici che tra conoscenti, che all'interno di una coppia c'e sempre chi tra i due e' piu premuroso e dolce rispetto all'altro/a, che donerebbe al propio compagno/a il mondo mentre la controparte e' piu fredda, distaccata. C'e anche chi (pensiero opiniabile ovviamente) all'interno della coppia abbia di piu la tendenza al tradimento mentre l'altro/a sia piu fedele.

Per quel che mi riguarda io, come forse in molti avranno intuito anche tramite il blog, ho la tendenza ad essere premuroso, dolce, a fare atti di "grande amore" qualora mi fosse chiesto cosi come anche tante piccole tenerezze quotidiane come presentarmi con una rosa, o un cestino di fragole piuttosto che con un peluche; anche quando preparo il pranzo penso sempre a fare qualcosa che piaccia al mio Stefano perche mi piace oltre che sentirmi dire che e' buono anche sapere che sia rimasto soddisfatto dalla mia cucina (questo forse e' anche una mia forma di ego :D ).

Stefano e' molto piu freddo, piu distaccato, non gli piace dire paroline dolci o manifestare troppo i sentimenti; a modo suo fa quei piccoli gesti che mi fanno capire che mi vuole bene, come il volermi sempre sdraiato accanto a lui quando siamo sul divano, il tenermi quasi sempre abbracciato quando dormiamo e cmq il cercarmi per stringersi a me durante la notte, accarezzarmi sempre la mano sinistra mentre guida e..... e basta :P oltre cio non e' che si spinga molto pero' ho capito che lui e' cosi e non voglio forzarlo.
A volte mi chiede di manifestare meno i miei sentimenti, di essere un po piu "freddo" perche probabilmente sente anche lui questa grande differenza che c'e fra noi e si sente a disagio non tanto per le smancerie che riceve tanto quanto per il fatto che lui non riesce a ricambiare nello stesso modo. Ovviamente non nego che mi piacerebbe ricevere tanto quanto do io, anche perche nella copia io sono "molto" piu piccolo e spesso sento l'esigenza di essere coccolato e protetto tuttavia devo farmene una ragione e tenermelo com'è il mio Stellino.

Sul tradimento bhe che uno dei due sia piu "biricchino" e' innegabile, tuttavia credo che a nostro modo lo siamo in modi differenti io sono un tipo molto timido quindi anche quando mi si presente l'occasione per un tradimento non lo metto in pratica perche amo il mio Stellino e cmq sia sono cosi broccolo che quando mi fanno delle avanche le capisco quando altri me lo fanno notare o cmq dopo che ho ignorato la cosa. Stefano e' piu vivace da questo punto di vista, gli piace chattare, commentare i ragazzi che incrocia per strada e a volte in modo provocatorio mi chiede anche se puo far cambio (loro al mio posto..) oltre per ora non e' mai andato a suoi dire e io lo auguro per lui altrimenti se sentite di una bomba esplosa in quel di Milano probabilmente e' la mia reazione nei suoi confronti :D

Voi cosa ne pensate? Come siete in coppia? nel caso non foste in coppia ma lo siete stati in passato, come eravate? ovviamente la domanda e' valida anche per chi non e' in una vera e propia coppia (vedi troppie, amanti etc etc ).

12 commenti:

Davide ha detto...

Beh caro Marco, che dire, sicuramente in una coppia ci sono due personalità poichè i sono due persone differenti tra loro. Però il venirsi incontro, che non vuol dire annullarsi, ci deve essere se si vuole portare avanti una storia e farlo insieme. Io vedo che Ben è diverso da me in molte cose, non ti posso dire più freddo perchè non sarebbe vero, credo che sia più un problema legato alla lingua. Non essendo italiano non riesce sempre a espirmere a parole ciò che invece riesce a espirmere perfettamente con altri gesti o conmportamenti. Per quanto riguarda il discorso della fedeltà, purtroppo non riesco proprio a darti rqagione. Entrambi (o 3 che siano) devono essere fedeli completamente all'altro. Io se no non riuscirei.

SkraM ha detto...

@Davide
sulla fedelta anch io la penso bene o male come te. Se dovessi mai scoprire una vera infedelta' (quindi non un cazzeggio virtuale sporadico quanto una cosa ben piu carnale) non so se potrei continuare il rapporto. Se tempo fa sono scoppiato in lacrime al sospetto di un tradimento che poi non fu, figuriamoci a sapere il contrario.

Anonimo ha detto...

Capisco perfettamente, caro Marco,il tuo Stefano...ehehe....io mi comporto nella stessa identica maniera...Alla fine però credo che sia , almeno per me , tutta una forma di apparenza perchè in fin dei conti anche se non manifestiamo tutto il tempo il nostro voler bene all'altra persona non significa che ne vogliamo meno....ma lo dimostriamo a modo nostro....Per la questione fedeltà siamo tutti e tre concordi....la penso come davide e te....

ciau
insideme82

Marco ha detto...

Io sono la persona meno indicata a parlare di certi argomenti :P..però dai un po' di esperienza l'ho fatta...Io sono molto simile a te, quando non mi faccio prendere dal panico, sono capace di fare qualunque cosa. Lei invece era non dico all'opposto ma quasi. Quando si sentiva sicura di me poteva diventare anche fredda...Diciamo che ognuno decide di manifestare i propri sentimenti come gli è proprio...e, una volta che lo si è capito, ciò che bisogna fare è apprezzare i piccoli gesti, gli sguardi...
Per quanto concerne il tradimento..sicuramente una cosa è parlare, chattare...una cosa è fare altro. Nel secondo caso...non sono sicuro che riuscirei a perdonarla (non mi ci sono mai trovato quindi lascio il beneficio del dubbio...ma quasi sicuramente non riuscirei più a vederla con gli stessi occhi).
Ciao marcolì! :D

Lord Vi ha detto...

Anche io sono quello tendenzialmente tenero, più che altro perchè con le persone che mi piacciono io non sono molto timido, riesco a esprimere molto meglio l'affetto... figurati se si tratta di una coppia :D.
Però non è che abbia avuto partner tanto meno affettuosi di me, serviva solo un pò di impegno per creare la situazione adatta a far spuntare quella tenerezza improvvisa che forse acquista anche più valore :)

Joshua ha detto...

Mah, ti dirò tra me e Simo non ci sono grosse differenze.
Siamo entrambi premurosi e affettuosi, ma probabilmente saremo l'eccezione alla regola!

byb ha detto...

mmm
non credo di rispettare questa "regola" (non come legge, ma come misura):
nella coppia io probabilmente sono quello che si guarda più attorno, molto di più :P anche con Lore lì presente, ma anche senza.
ma non tradirei, non credo di essere il tipo, sono fondamentalmente monogamo, per forma mentis mia, non ritengo la monogamia una cosa scontata, ne dovuta. ovvio rintengo in ogni coppia dovrebbe essere chiaro se si è monogami o "aperti". ma io in una coppia aperta non mi ci vedo. men che meno in una coppia segretamente aperta. non ora, non con Lore, non con quello che io provo per lui. monogamo, ma senza i paraocchi, guardo attorno, ma non tocco nulla e nessuno.
quanto al coccolosi e alla generosità, credo lo si sia entrambi, ma in modo leggermente differente, complementare per certi versi. e sarebbe troppo lungo da spiegare.
bè, in fondo spero il nostro sia un buon assortimento duraturo.
:)

Gan ha detto...

Beh, io chiamerei "puccino" o "ciccino" il mio fidanzato anche se fosse un muscle-bear leather del peso di 120 kg. Adoro le parole, i gesti, i comportamenti che per alcuni sono miele e delizia della vita, per altri giulebbe stucchevole da evitare come la peste.
Ho avuto partner del secondo tipo, coi quali risultò comunque un'ottima complementarietà, dove la loro componente acida equilibrava certi miei eccessi iperglicemici. Ma devo ammettere che l'Eden l'ho trovato con chi ha saputo ricambiare alla pari quelle parole, quei gesti e quei comportamenti.

K@RL ha detto...

Ciao, ho scoperto il tuo blog ieri sera x caso e devo dire che mi piace molto. Ti invito a leggere il mio. Mi ha incuriosito il post dove parli della nuova serata del sabato, Barbarella, e dei 4 camerieri nudi.. glielo dirò al mio fidanzato che già mi aveva proposto di andarci domani o sabato prox. Riguardo all'ultimo post, devo dire che in base alla mia esperienza, in una coppia c'è quasi sempre una parte, come dire, forte, e una debole. Dico quasi sempre perchè attualmente con il mio fidanzato c'è un rapporto equilibrato, Anche noi ci chiamiamo con diminutivi: io chiamo lui tesoruccio, e lui mi chiama affettuosamente piccolo (anche se sono più vecchio di lui, e non sono piccolo nemmeno di statura = 175). Non è la prima volta che un mio fidanzato mi chiama piccolo, anche se i miei fidanzati sono sempre stati tutti minori di me. Probabilmente perchè appaio più timido e introverso, e quindi do' l'idea dell'indifeso, del "piccolo" appunto. In effetti, dicevo, nel passato mi è capitato spesso di essere la parte debole della coppia, e puntualmente sono stato lasciato dall'altro, il "forte". Negli anni ho imparato ad essere più freddo e distaccato, tanto che il mio attuale fidanzato, inizialmente, mi ha visto molto, molto, cauto nel costruire il nostro rapporto. Fosse stato x lui, a quest'ora saremmo già a convivere, ma si è adeguato e vuole rispettare i miei tempi. Per quanto mi riguarda di fregature ne ho prese tante, e allora voglio andarci piano, anche perchè capisco che così facendo acquisto una certa "forza" nei suoi confronti e il rapporto raggiunge una certa stabilità, diversamente da come mi era capitato in passato.

SkraM ha detto...

@Karl
Benvenuto!
un giretto per il tuo blog l'ho gia' fatto. Interessante la tua disinvoltura con i commessi ;)

Los 3novios ha detto...

Il bello della relazione (e la sua ricchezza) sta nella diversità, che ci costringe continuamente ad incontrarci nel punto giusto.Per quanto ci riguarda non siamo particolarmente amanti di vezzeggiativi (e di parole più in generale): puntiamo però su fatti e concretezze che ci fanno stare bene. Ovvio che siamo tre persone molto diverse, ma pare riusciamo a trovare il giusto equilibrio.Della fedeltà abbiamo già scritto sul blog: siamo una troppia convintamente monogamica!

Anonimo ha detto...

good start